• Nomina a Responsabile giovanile per l’area Sud di Salerno:subito al lavoro.

    Tratto da “FuoriNotizia” a cura del giornalista Gerardo Sorgente.

    Damiano Cardiello in quota a Forza Italia, partito di riferimento a cui è estremamente legato dove addirittura qualcuno ha cercato di sgambettarlo durante la campagna elettorale, a sorpresa gli è stato conferito l’incarico di Responsabile territoriale giovanile di Forza Italia per l’area a sud di Salerno. Nomina importante che arriva dopo che lo stesso ha dimostrato sul campo di avere la stoffa per la carriera politica, e non perché il papà è un senatore della Repubblica italiana, ma perché è nella sua indole. Coerente con le sue idee e con la realtà del territorio ebolitano Cardiello jr si appresta a ricoprire un altro incarico e non per colorale il suo curriculum ma per dare un contributo al territorio e ai giovani che lo appoggiano e lo sostengono in modo leale. L’annuncio è stato fatto in conferenza   stampa di martedì 26 agosto. All’evento erano presenti: Giuseppe Salvatore, coordinatore provinciale giovanile, Sonia Senatore, Responsabile regionale per i diritti civili e da Cosimo Altieri, coordinatore locale dei giovani di Forza Italia.  Significativo l’intervento della Senatore che oltre a portare i saluti di Mara Carfagna ha ringraziato i presenti intervenuti, e ha più volte sottolineato l’importanza della buona politica nella vita della società e dalle sue parole si percepiva competenza e tatto nell’affrontare determinati tematiche soprattutto quando si intersecavano con le esigenze e il futuro delle nuove generazioni: “la politica deve ritornare ad essere un punto di riferimento per tutti e non la si deve più intendere come la strada più breve per avere un posto di lavoro o una raccomandazione. Bisogna fare si che le nuove generazioni, senza perdere il sacrificio e l’impegno di quelle attuali, possano iniziare ad avere a che fare col criterio della meritocrazia. Forza Italia è accanto alle persone ed è tra la gente. Damiano Cardiello, da tempo sta dimostrando grandi doti di umanità e professionalità politica noi tutti siamo sicuri che insieme si possiamo raggiungere obiettivi importanti”. Anche l’intervento di Giuseppe Salvatore è stato molto incisivo, in pochi minuti ha puntato a chiarire l’essenza del gruppo giovanile e del partito sempre a lavoro anche lontano dalle competizioni elettorali. L’intervento più atteso è stato però quello di Damiano Cardiello, che prima ha voluto salutare Mara Carfagna e Enzo Fasano e dopo aver parlato dell’importanza del partito e della necessità di lavorare per obiettivi  ha  fatto un breve excursus “sull’importanza di dover ripartire dal territorio per infondere nei giovani la voglia di quel sano cambiamento che consenta loro di armarsi di competenze e professionalità elementi utili a scardinare il meccanismo delle raccomandazioni. Positivo l’esempio e la tenacia de giovane imprenditore di Valva che a soli 29 anni si è lanciato in un progetto di tutto rispetto, spero che a breve queste notizie si possano leggere anche in riferimento a qualche giovane del posto”.

  • L’Ospedale di Eboli non si tocca

    Approvata all’unanimità la mozione di indirizzi per la salvaguardia del nostro Ospedale.
    Pochi minuti fa tutte le forze politiche hanno votato una mozione di indirizzi che prevede la salvaguardia del nostro nosocomio, partendo da una premessa politica: Squillante ha umiliato l’Ospedale di Eboli.
    Si punta all’Ospedale Unico della Valle del Sele.
    La politica è anche responsabilità su grandi tematiche per il bene della collettività e noi abbiamo dato un forte contributo,votando senza distinzioni partitiche il testo proposto.
    Non è stato facile, visto che la giunta è composta anche da esponenti di Fratelli di Italia, componente di riferimento dell’ex DG.
    Al nuovo Direttore Generale chiederemo uno sforzo importante per limitare l’uso scandaloso dell’ALPI, così da poter gestire al meglio le risorse economiche e assumere più personale senza favoritismo alcuno.
    La sanità torni al servizio dei pazienti e non dei partiti.

  • Verifica delle incompatibilità: tutto tace.

    Un silenzio francamente imbarazzante da parte degli organi preposti al controllo. Questo si registra dopo plurime richieste di verifica delle situazioni di incompatibilità ex art. 63 TUEL.
    Vale la pena ricordare che prima di ogni altro atto deliberativo, così come recita l’art. 41 TUEL, deve essere condotta una verifica immediata di eventuali situazioni di incompatibilità del Sindaco e dei consiglieri comunali. Chi ha liti pendenti o è stato messo in mora per il mancato pagamento dei tributi verso il Comune o è stato condannato a risarcire l’Ente, dovrà rinunciare,saldare o dimettersi. Semplice.
    Questa verifica ancora ancora non è stata fatta.
    Non vorrei che nel silenzio o nell’omissione dei controlli qualcuno posssa sanare la propria incompatibilità, ove sussistente.
    La storia sta assumendo contorni imbarazzanti: il 1 luglio ho fatto apposita richiesta; il 9 luglio il primo sollecito; il 14 luglio anche il Prefetto di Salerno ha chiesto lumi in merito; il 27 luglio ho richiesto spiegazioni in consiglio comunale ma con un atto gravissimo il Presidente del Consiglio comunale ha definito la mia domanda “non ammessa”, senza spiegarne le motivazioni; il 28 luglio, dopo mia ulteriore richiesta, è arrivato un altro sollecito da parte della Prefettura di Salerno.
    Dove vogliamo arrivare? Perchè non si adempie ad un obbligo di legge? Cosa c’è da nascondere?

  • Eboli- diretta in #streaming dei consigli comunali: depositata la mozione.

    Il consigliere comunale di Forza Italia presenta la mozione per la diretta streaming dei consigli comunali.

    “Come primo atto di questa legislatura ho creduto opportuno subito dar seguito alle parole spese in campagna elettorale. La diffusione in streaming dei consigli comunali era ed è il primo punto del nostro programma distribuito tra la gente. Stamani ho depositato questa mozione ( in allegato) al fine di avvicinare le persone alla #politica. Sono certo di una proficua collaborazione di tutte le forze politiche che vorranno dare un segnale di #modernità e #innovazione alla Casa Comunale; infatti il documento è aperto alla firma di tutti i colleghi che vorranno contribuire ad una rivisitazione delle forme tradizionali di comunicazione istituzionale. Senza dimenticare che anche altri movimenti ( sinistra con S. Marisei e Movimento Cinque Stelle con Erasmo Venosi) non presenti in consiglio comunale, potranno sentirsi ampiamente rappresentati da questa inziativa.”
    #politicadelfare #solostreaming #trasparenza

  • Parcheggi a mare e vigilanza: primo segnale di continuità con l’amministrazione passata.

    Esattamente un anno fa il Sindaco, all’epoca consigliere di opposizione, in una nota congiunta a firma Nuovo Psi-Forza Italia-Nuovo Centro Destra, definiva l’affidamento della ” ‪#‎vigilanza‬ alla ‪#‎solitaditta‬ come una ‪#‎follia‬ ” e la procedura di affidamento ” abuso amministrativo e politico gravissimo”.
    Stamani, con nonchalance e disinvoltura, ha presentato il progetto per garantire i parcheggi a mare ( vedremo chi e e con quali criteri verrà assunto come parcheggiatore) e la vigilanza, che la Multiservizi ha affidato guarda caso alla “#solitaditta”.

    Oggi come allora, rivolgo queste domande al Sindaco Cariello:

    1)- perchè si è proceduto con affidamento diretto ?
    2)- perchè non è stata fatta un’indagine di mercato per trovare prezzi più vantaggiosi?
    3)- con quali criteri sono stati selezionati i custodi e le guardie giurate ?
    4)- a quanto ammonta il costo del servizio di vigilanza e salvataggio e quanto incide sul totale della convenzione stipulata tra Ente e società partecipata ?
    Nel mentre della risposta ho depositato una istanza urgente per revocare il provvedimento amministrativo in autotutela ex art. 21 quinquies legge n. 241/1990, salvo adire l’Autorità Nazionale Anticorruzione per gli accertamenti di competenza.

    Qui sotto il link del 18-06-2014
    http://www.massimo.delmese.net/73092/fi-ncd-nuovo-psi-e-i-parcheggi-sulla-fascia-costiera-unoperazione-a-tinte-fosche/

  • Ballottaggio: non tradiremo il mandato popolare.Libertà di scelta ai nostri elettori.

    La coalizione che ha sostenuto il candidato sindaco Damiano Cardiello, dopo la riunione tenutasi ieri e con una scelta all’unanimità, ritiene doveroso precisare quanto segue.

    “Nel ringraziare il nostro elettorato per il sostegno ricevuto, con ben 2500 consensi pari all’ 11,7%, invitiamo tutti i cittadini ad andare a votare in quanto è in gioco il futuro amministrativo della nostra Città.
    Il voto è un diritto ma anche un dovere e non possiamo restare a guardare mentre gli altri decidono le sorti degli ebolitani, dunque parteciperemo attivamente.
    Lasceremo libertà di scelta ai nostri elettori, poichè per noi la ‪#‎coerenza‬, la ‪#‎dignità‬ e il ‪#‎rispetto‬ del mandato popolare vengono prima di ogni poltrona.
    Crediamo che i cittadini valuteranno chi incarna al meglio valori come ‪#‎legalità‬, ‪#‎democrazia‬ e ‪#‎trasparenza‬, scegliendo nel segreto dell’urna il Sindaco più adatto per: dare impulso allo sviluppo urbanistico, riportare al centro dell’agenda politica la questione sicurezza e rilanciare il commercio locale.
    Vigileremo sugli atti amministrativi proposti e vaglieremo con responsabilità quelli di grande respiro per la nostra Città.”

  • Ultima chiamata per un vero cambiamento.

    Ieri sera si sarebbe dovuto svolgere un confronto pubblico moto atteso e in Piazza della Repubblica: qual migliore occasione per far capire agli ebolitani chi sono gli interlocutori del prossimo governo locale. Invece, Cariello e Cuomo scappano dal confronto, hanno una paura tremenda di rimanere a casa per cinque anni. Avranno capito che ad ogni confronto pubblico perdono voti e contestualmente hanno mancato di rispetto a tutti gli elettori.Siamo certi che fare l’opposizione non gli farà male.
    La nostra campagna elettorale si sta per concludere, domani incontreremo i residenti delle ultime zone del nostro territorio che abbiamo battuto palmo a palmo (Centro storico,loc. Casarsa, loc. Boscariello,loc. Epitaffio,loc. Fiocche, loc. Campolongo, loc. Aversana, loc. Corno d’Oro, loc. Santa Cecilia, Rioni Molinello, Pescara e Paterno, Area Industriale, area mercatale) mentre venerdì in Piazza della Repubblica chiuderemo la campagna elettorale alla presenza dei “Sindaci del fare” Aliberti e Di Giorgio,
    In quest’ultima settimana abbiamo informato i cittadini delle false promesse e del curriculum politico dei nostri avversari.
    E’ arrivata l’ora di mandarli a casa perchè non solo hanno preso in giro gli ebolitani ma anche perchè hanno ricoperto ogni carica politica locale senza dare frutti concreti per la nostra Città.
    Saremo la vera sorpresa di questa tornata elettorale, porteremo un cambiamento radicale sia nella gestione amministrativa che nella formazione di una più seria classe dirigente.

     

  • Operazione #listepulite: la nostra credibilità.

    Entro pochi giorni concluderemo le liste della nostra coalizione.
    Con questa operazione ci giochiamo letteralmente la faccia.
    Sono mesi che invochiamo un rinnovamento di qualità della classe dirigente, con donne, uomini e profili della società civile che diano finalmente un contributo per la propria Città.
    Non possiamo fallire questo obiettivo.
    I requisiti per potersi candidare al consiglio comunale con ‪#‎damianocardiellosindaco‬ sono pochi ma importanti: avere a cuore Eboli e non il proprio portafogli; essere persone serie e perbene; dare un contributo fattivo per la propria Città.
    I cittadini dovranno valutare con attenzione i nostri nomi ma anche quelli inseriti dai nostri avversari per capire da che parte sta la ‪#‎coerenza
    , l’#etica, la #professionalità.
    Sfidiamo pubblicamente i nostri avversari a fare meglio di noi.

    Siamo convinti che gli ebolitani risveglieranno la coscienza, premiando il nostro gruppo e non quello composto da trasformisti dell’ultima ora e vecchie glorie della politica ebolitana.

  • Corsi per ispettori ambientali: nel 2008 uno identico. Sono senza vergogna!

    Il capogruppo di Fi interviene in merito l’avvio del corso per ispettori ambientali indetto dalla giunta comunale.

    La Giunta Melchionda ha indetto l’attivazione di un corso di formazione per 30 aspiranti guardie ambientali volontarie.
    “Si tratta di una ulteriore misura di potenziamento delle attività che sono già state messe in campo dall’Amministrazione Comunale mediante l’impiego delle guardie ambientali volontarie e degli Ispettori Ambientali comunali, sotto la supervisione del Responsabile del Nucleo Ecologico Ambientale della Polizia Locale” ha dichiarato il Sindaco.
    Peccato che nel 2008 hanno fatto la stessa cosa: un corso pagato con soldi pubblici, presso il teatro Salita Ripa, per 30 volontari , che furono dotati anche di tesserino, pettorina e cappello.
    Di quel corso non si hanno più notizie mentre, vista l’imminente campagna elettorale per le elezioni comunali, si decide di farne uno simile a spese degli ebolitani.
    Purtroppo per loro ho partecipato anche io ( avevo 22 anni e si vede) a quel corso e vi pubblico il tesserino……… Quanto costa questo corso? Quanto è costato quello del 2008?”

  • Le società partecipate:l’emblema della gestione fallimentare di Melchionda

    In vista del consiglio comunale di oggi, con il conto consuntivo all’ordine del giorno, le note asseverate dai revisori dei conti delle due partecipate sono arrivate solo ieri alle 14.00, mentre il consiglio è stato convocato dal 7 aprile.
    Un ritardo che assume contorni preoccupanti se si pensa che si continuano a tener nascoste le carte e si fa esattamente il gioco delle tre carte: i destinatari, però, non sono solo i consiglieri comunali ma anche l’Ente stesso che con nota del 20 febbraio aveva sollecitato a inviare il rapporto ai presidenti delle stesse.
    Una situazione esplosiva e poco chiara che alla fine, vuoi perchè lo prevede la legge, vuoi perchè qualcuno non vuole assumersi responsabilità che non ha, è emersa in tutta la sua drammaticità.
    Per quanto concerne la Eboli Multifatture, la nota che vi allego, a firma del Dirigente Finanze, parla di un ulteriore e persistente ( visto il precedente del 2012) DISALLINEAMENTO pari a € 600.000. Il frutto di una gestione fallimentare e che neanche il Comune riesce a venirne a capo.
    Il continuo gioco delle tre carte sui conti dimostra che non c’è la volontà di risolvere il problema, le cifre testimoniano il disastro finanziario con il pericolo di mandare in strada 34 famiglie. Ma la sensazione è che si rimandi di mese in mese, al fine di scaricare sulla nuova giunta la “patata bollente”.
    Invece per la Eboli Patrimonio srl i debiti aumentano di anno in anno, arrivando a toccare la cifra di 555.000€. Un’enormità se si considera che questa è la partecipata del nulla più assoluto, incapace di alienare un solo immobile comunale e che ha visto dimettersi tre amministratori delegati su quattro. Un’operazione che costerà milioni di euro agli ebolitani e che spoglierà la città di tutto il patrimonio comunale.
    Il Monte dei Paschi di Siena concederà tutte le proroghe che vuole, tanto gli interessi maturano mese dopo mese e l’ipoteca da 8.600.000€ sarà scontata a danno dei cittadini onesti.
    Due esempi di gestione scellerata della cosa pubblica e che siamo sicuri, porteranno al disastro finanziario anche l’Ente.

Pagina 4 di 512345