• Eboli – Centri per l’accoglienza dei migranti:ne spunterà un altro in loc. Corno d’Oro.

    Eboli si candida a essere il più grande centro della Provincia di Salerno per gli affari legati alle strutture private per l’accoglienza #migranti.
    Non bastano quelle private già esistenti ( loc. #Serracapilli, loc. #Fontana del Fico) e in procinto di avviarsi ( loc. #Prato).
    Infatti il 23 luglio con delibera di giunta n. 25 ( in allegato) l’amministrazione comunale su proposta dell’Ass. alle politiche sociali ha stipulato una convenzione con la CIDIS ONLUS di Perugia.
    Verrà destinata una unità immobiliare in loc. Corno d’Oro e in aggiunta il Comune di Eboli, attraverso il Piano Sociale di Zona, erogherà un contributo di compartecipazione pari al 20%.
    Prima stipulano queste convenzioni e poi chiedono un “momento di riflessione” alla Prefettura, davvero imbarazzante.
    Ma non sarebbe più opportuno creare una mensa per i poveri, visto che è stata anche una loro proposta in campagna elettorale?
    Dimenticavo,non avrebbe fruttato gli stessi introiti!
    E sul censimento degli stranieri ( comunitari e non) su tutto il territorio, cosa aspetta il Sindaco ad avviarlo?

    #paradossale
    #Ebolisiribella
    #nonrestiamofermi

  • L’emergenza #immigrazione sbarca ad Eboli: previsti centinaia di arrivi.

    Nel silenzio di chi ammministra e nell’indifferenza della Prefettura di Salerno, in queste ore si fanno insistenti le voci ( confermate ai piani alti del Comune) di centinaia di migranti in arrivo in Città. Dopo il centro di accoglienza per richiedenti asilo politico in loc. Macchione a Serracapilli, i nuovi arrivati saranno collocati in altri immobili, tra cui l’ex hotel Torre Blu, l’agriturismo “La casa della Baronessa” e una struttura in località Prato ( V traversa). Siamo sicuri che queste strutture siano capaci ed idonee per ospitare così tanti migranti? Quali controlli verranno effettuati? E l’amministrazione comunale che si professa di “destra” cosa pensa al riguardo? In attesa del tanto sbandierato censimento degli stranieri sul territorio, chiediamo un incontro immediato al Prefetto e la convocazione di un tavolo urgente per l’ordine pubblico!
    Non siamo il paese dei balocchi.
    In ogni caso siamo pronti a fare le barricate se l’ accoglienza vestirà i panni degli affari sfrenati!

  • Partono i lavori per il 2° Lotto del Collettore Fognario Cioffi-Corno d’Oro-S. Cecilia: dalle parole ai fatti.

    Occorre ricordare che il progetto era stato dichiarato semplicemente “ammissibile” dal Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici (NRVVIP), ai fini dell’inserimento nel Parco Progetti Regionale (D.D. AGC 03 n. 21 del 19/03/2010), ma accantonato da Bassolino e compagni. Tale inserimento non equivaleva ad assegnazione di fondi o concessione degli stessi per la realizzazione dell’opera, dunque, necessitava di successiva delibera nell’ambito di una programmazione sulla base delle risorse finanziarie disponibili.
    Nel mese di febbraio 2014, con delibera G.R. n. 40 , avente ad oggetto le iniziative di accelerazione della spesa nell’ambito del POR CAMPANIA FESR 2007-2013, il progetto è stato ritenuto coerente con lo sviluppo armonico del territorio regionale.
    Una battaglia lunga e faticosa fatta di telefonate, riunioni, tavoli tecnici.
    Una persona disponibile, nonchè fraterno amico, come l’ex Ass. regionale all’Ambiente Giovanni Romano nel 2011 ci disse: “Adesso non ci sono i fondi necessari, appena possibile finanzieremo questo progetto”.

    Nel luglio 2014 ha mantenuto la parola e adesso con circa 2.050.000€ in settimana partiranno i lavori che dovranno concludersi entro e non oltre dicembre 2015.Si tratta di un’opera strategica per il territorio, che avrà una duplice funzionalità: garantire il rispetto dell’ambiente e limitare l’inquinamento delle acque marine, penalizzante soprattutto per i nostri lidi balneari, grazie allo smaltimento dei reflui; dotare di tutti i servizi e ridare dignità ai cittadini delle zone di Santa Cecilia, Cioffi e Corno d’Oro,che potranno considerarsi ebolitani annessi perfettamente al centro cittadino.
    Lunedì 7 settembre alle ore 20.00, presso la sede Caf di Tiziana Auricchio ( nei pressi del caseificio Villecco), saremo in loc. Corno d’Oro per informare i cittadini delle iniziative intraprese e dell’iter dei lavori.
    #lavoriperilterritorio
    #politicaconcreta
    #grazieRomano

  • Gara riscossione tributi vinta da Soget: Cantone avvia indagine.

    Esattamente un anno fa, nel mentre della stagione estiva e sotto la gestione targata Melchionda, veniva pubblicato il bando di gara per l’affidamento del servizio di riscossione coattiva dei tributi.
    A partecipare furono due società private e per l’importo di 819.000€ venne aggiudicato alla ‪#‎SOGET‬ spa, stessa società che opera nella Città di Salerno.
    Il bando di gara, così come predisposto, non mi ha mai convinto e per vederci chiaro a gennaio di quest’anno ho scritto all’Autorità Nazionale Anticorruzione.
    Ieri è arrivata la notifica di avvio del procedimento di vigilanza,che dispone il rilascio della documentazione e tempi prestabiliti per i controlli.

    Un ‪#‎attodovuto‬, a riprova che il sottoscritto opera non contro qualcuno ma per la ‪#‎tutela‬ dell’intera ‪#‎comunità‬.
    Presto, ci saranno altri sviluppi.

    ‪#‎legalità‬ ‪#‎trasparenza‬

  • Centro Polifunzionale S.S. Cosma e Damiano: cosa c’è dietro le dimissioni del Collaudatore tecnico.

    Un vero e proprio grido d’‪#‎allarme‬ ( rimasto inascoltato) è stato lanciato nella lettera di dimissioni da Rodolfo Sabelli, noto architetto di comprovata esperienza ed oramai ex Collaudatore tecnico dei lavori.
    Non solo i problemi venuti a galla nel corso dell’esecuzione dei lavori ma anche mancata informazione sulla variante ( protocollata il 30/03/2015!!) che poi è stata approvata.
    C’è di più: si parla apertamente e in concreto di un ‪#‎rischio‬, ovvero la perdita del finanziamento regionale e, di conseguenza, il blocco a tempo indeterminato dei lavori.
    Già, perchè se le opere non saranno ultimate entro il 31/12/2015 la Regione Campania revocherà il finanziamento.
    Ho depositato stamane un’interrogazione comunale urgente per sapere:
    1) a che punto sono i lavori;
    2) perchè è stata formalizzata e approvata la variante al progetto ;
    3) se i lavori verranno conclusi entro il 31/12/2015 e, in caso negativo, quali conseguenze andrebbe in contro il Comune di Eboli dal punto di vista legale e contabile.

  • Nomina a Responsabile giovanile per l’area Sud di Salerno:subito al lavoro.

    Tratto da “FuoriNotizia” a cura del giornalista Gerardo Sorgente.

    Damiano Cardiello in quota a Forza Italia, partito di riferimento a cui è estremamente legato dove addirittura qualcuno ha cercato di sgambettarlo durante la campagna elettorale, a sorpresa gli è stato conferito l’incarico di Responsabile territoriale giovanile di Forza Italia per l’area a sud di Salerno. Nomina importante che arriva dopo che lo stesso ha dimostrato sul campo di avere la stoffa per la carriera politica, e non perché il papà è un senatore della Repubblica italiana, ma perché è nella sua indole. Coerente con le sue idee e con la realtà del territorio ebolitano Cardiello jr si appresta a ricoprire un altro incarico e non per colorale il suo curriculum ma per dare un contributo al territorio e ai giovani che lo appoggiano e lo sostengono in modo leale. L’annuncio è stato fatto in conferenza   stampa di martedì 26 agosto. All’evento erano presenti: Giuseppe Salvatore, coordinatore provinciale giovanile, Sonia Senatore, Responsabile regionale per i diritti civili e da Cosimo Altieri, coordinatore locale dei giovani di Forza Italia.  Significativo l’intervento della Senatore che oltre a portare i saluti di Mara Carfagna ha ringraziato i presenti intervenuti, e ha più volte sottolineato l’importanza della buona politica nella vita della società e dalle sue parole si percepiva competenza e tatto nell’affrontare determinati tematiche soprattutto quando si intersecavano con le esigenze e il futuro delle nuove generazioni: “la politica deve ritornare ad essere un punto di riferimento per tutti e non la si deve più intendere come la strada più breve per avere un posto di lavoro o una raccomandazione. Bisogna fare si che le nuove generazioni, senza perdere il sacrificio e l’impegno di quelle attuali, possano iniziare ad avere a che fare col criterio della meritocrazia. Forza Italia è accanto alle persone ed è tra la gente. Damiano Cardiello, da tempo sta dimostrando grandi doti di umanità e professionalità politica noi tutti siamo sicuri che insieme si possiamo raggiungere obiettivi importanti”. Anche l’intervento di Giuseppe Salvatore è stato molto incisivo, in pochi minuti ha puntato a chiarire l’essenza del gruppo giovanile e del partito sempre a lavoro anche lontano dalle competizioni elettorali. L’intervento più atteso è stato però quello di Damiano Cardiello, che prima ha voluto salutare Mara Carfagna e Enzo Fasano e dopo aver parlato dell’importanza del partito e della necessità di lavorare per obiettivi  ha  fatto un breve excursus “sull’importanza di dover ripartire dal territorio per infondere nei giovani la voglia di quel sano cambiamento che consenta loro di armarsi di competenze e professionalità elementi utili a scardinare il meccanismo delle raccomandazioni. Positivo l’esempio e la tenacia de giovane imprenditore di Valva che a soli 29 anni si è lanciato in un progetto di tutto rispetto, spero che a breve queste notizie si possano leggere anche in riferimento a qualche giovane del posto”.

  • Fallimento Multiservizi:salta la trattativa. Intervenga il Prefetto.

    Non posso esimermi dall’intervenire su questa vicenda che da anni non fa che suscitare una profonda indignazione.
    Ieri mattina ho incontrato alcuni ex dipendenti e l’umore era basso.
    Il perchè va ricercato nella modalità di confronto con cui è stata avviata una trattativa che poteva essere evitata.
    Si è arrivati al punto: o accetti il lavoro e contratto part-time o vai a casa ( il giudice tutelare poi ha imposto il full-time e i risultati si vedono).
    Ma due domande mi preme fare al Sindaco: perchè nell’udienza del 20 luglio il collegio difensivo del Comune non ha chiesto un rinvio sulla decisione, visto che la Giunta Comunale si era insediata da appena un mese ?
    Sarebbe stata cosa logica, al fine di approntare un piano di salvataggio e dare respiro alle maestranze.
    – Perchè nella trattativa per la gestione dei servizi, con relativo fitto del ramo d’azienda, non sono state coinvolte ditte con maggiore solidità economica ?
    – Perchè non viene istituito un tavolo di concertazione in Prefettura?
    A queste domande spero possa seguire un consiglio comunale monotematico, nel quale verranno chiariti anche altri aspetti.
    La mia #solidarietà va alle famiglie dei trentadue dipendenti.
    Chi ha dilapidato risorse e rubato soldi pubblici ne dovrà pagare le conseguenze in ‪#‎galera‬!

  • L’Ospedale di Eboli non si tocca

    Approvata all’unanimità la mozione di indirizzi per la salvaguardia del nostro Ospedale.
    Pochi minuti fa tutte le forze politiche hanno votato una mozione di indirizzi che prevede la salvaguardia del nostro nosocomio, partendo da una premessa politica: Squillante ha umiliato l’Ospedale di Eboli.
    Si punta all’Ospedale Unico della Valle del Sele.
    La politica è anche responsabilità su grandi tematiche per il bene della collettività e noi abbiamo dato un forte contributo,votando senza distinzioni partitiche il testo proposto.
    Non è stato facile, visto che la giunta è composta anche da esponenti di Fratelli di Italia, componente di riferimento dell’ex DG.
    Al nuovo Direttore Generale chiederemo uno sforzo importante per limitare l’uso scandaloso dell’ALPI, così da poter gestire al meglio le risorse economiche e assumere più personale senza favoritismo alcuno.
    La sanità torni al servizio dei pazienti e non dei partiti.

  • Verifica delle incompatibilità: tutto tace.

    Un silenzio francamente imbarazzante da parte degli organi preposti al controllo. Questo si registra dopo plurime richieste di verifica delle situazioni di incompatibilità ex art. 63 TUEL.
    Vale la pena ricordare che prima di ogni altro atto deliberativo, così come recita l’art. 41 TUEL, deve essere condotta una verifica immediata di eventuali situazioni di incompatibilità del Sindaco e dei consiglieri comunali. Chi ha liti pendenti o è stato messo in mora per il mancato pagamento dei tributi verso il Comune o è stato condannato a risarcire l’Ente, dovrà rinunciare,saldare o dimettersi. Semplice.
    Questa verifica ancora ancora non è stata fatta.
    Non vorrei che nel silenzio o nell’omissione dei controlli qualcuno posssa sanare la propria incompatibilità, ove sussistente.
    La storia sta assumendo contorni imbarazzanti: il 1 luglio ho fatto apposita richiesta; il 9 luglio il primo sollecito; il 14 luglio anche il Prefetto di Salerno ha chiesto lumi in merito; il 27 luglio ho richiesto spiegazioni in consiglio comunale ma con un atto gravissimo il Presidente del Consiglio comunale ha definito la mia domanda “non ammessa”, senza spiegarne le motivazioni; il 28 luglio, dopo mia ulteriore richiesta, è arrivato un altro sollecito da parte della Prefettura di Salerno.
    Dove vogliamo arrivare? Perchè non si adempie ad un obbligo di legge? Cosa c’è da nascondere?

  • +ULTIM’ORA+ – EBOLI MULTISERVIZI SPA: DICHIARATO IL FALLIMENTO.

    Si conclude nel peggiore dei modi una storia di ruberie, mala gestio politica e atti amministrativi scellerati.
    Con sentenza n. 63/2015 il Tribunale di Salerno ha dichiarata fallita la società partecipata dal Comune al 100%.
    Il Curatore avrà il compito di predisporre tutti gli atti consequenziali ma dovrà porre veramente attenzione ai bilanci redatti in passato.
    L’hanno usata come un bancomat personale e questi sono i risultati.
    Un pensiero di massima ‪#‎solidarietà‬  va alle famiglie dei ‪#‎dipendenti‬.

    L’ipotesi del reato di bancarotta fraudolenta diventa molto concreta.
    Sollecitiamo la magistratura a concludere l’indagine avviata in tempi certi.
    ‪#‎ingalera‬
    ‪#‎vergogna‬