Navigation

Ultimi post

  • Festività di San Vito e ritorno alle tradizioni: appello al Commissario De Iesu

    Eboli vive un momento buio e di generale insoddisfazione pubblica, ma può rialzarsi con poche e semplici mosse.
    Abbiamo la prima occasione pubblica, dopo tutte le restrizioni e il lockdown generalizzato.
    La festività del Santo Patrono di Eboli, assai sentita sotto il profilo religioso, e solennità di indiscussa appartenenza cittadina, va valorizzata come si deve, nel rispetto delle norme anti covid.
    Per questo ci sentiamo in dovere di formalizzare alcune proposte operative per rendere il 15 giugno 2021, un giorno dove le tradizioni e l’appartenenza trovano spazio e accompagnano la ripresa delle attività commerciali, duramente colpite durante la pandemia:

    • Benedizione dei cani.
      Un rito, antichissimo, legato al culto di San Vito, patrono di Eboli e protettore dei cani da svolgersi lunedì 14 giugno, in Piazza della Repubblica.
    • Posizionamento delle bancarelle in Piazza della Repubblica.
      Tale proposta prende spunto dalla possibilità di riportare entusiasmo per i più piccoli e coinvolgimento delle famiglie.
      D’altronde vengono svolti regolarmente i mercati in diverse zone della Città e gli ebolitani si mostrano sensibili e disciplinati rispetto le regole vigenti in materia.
      Il tutto con la predisposizione di ingressi e uscite in due varchi e con un minore numero di stalli tale da garantire presenza ma minor possibilità di assembramenti.
    • Chiusura al traffico di Viale Amendola e Via Ripa.
      Dalle ore 16.00 alle ore 23.00 creare una zona pedonale ampia che coinvolga il cuore della Città, dando la possibilità a numerosi bar e ristoranti di poter somministrare piatti della tradizione e offrire momenti di svago musicale ai più giovani.
    • Sospensione del pagamento dei parcheggi in centro e negozi aperti fino alle 23.00.
      D’intesa con le associazioni di categoria, tale provvedimento si rende necessario al fine di attirare numerosi cittadini delle zone limitrofe, invogliandole a spendere nei nostri negozi.
    • Controlli stringenti per garantire sicurezza in centro e nelle periferie.
      Una assoluta urgenza per garantire serenità a visitatori e fedeli, da realizzare  con pattugliamenti congiunti delle Forze dell’Ordine presenti sul territorio.

    Con queste proposte siamo sicuri di dare impulso alle attività commerciali lungo le vie del centro e lanciare un segnale di ritrovata fiducia alle famiglie per un periodo di “normalità” che ci auguriamo definitivo.”

     

  • Lotta all’#autismo: una nostra priorità programmatica.

    Diciamoci la verità: parlare di autismo non porta voti e interessa a pochi.
    Noi, invece, pensiamo sia un tema di cui occuparci seriamente.
    Le persone affette da disturbi dello spettro autistico si stimano pari all’1% della popolazione mondiale.
    L’autismo è un disturbo drammatico che cambia la vita e l’intera organizzazione di una famiglia per cui è molto importante affrontarlo non in maniera solitaria ma con l’aiuto delle istituzioni e delle risorse del territorio.
    Un Paese civile non può non mostrarsi sensibile nei confronti di quanti lottano contro una situazione che presenta particolari difficoltà.
    Bisogna lottare contro coloro che mostrano ignoranza e pregiudizio provocando discriminazione. Sebbene l’autismo sia un disturbo cronico è anche vero che le capacità adattive dei ragazzi che ne sono affetti possono migliorare notevolmente se si interviene precocemente e con progetti mirati.
    Grazie all’apporto specialistico della Prof.ssa Carmen Carnevale, madre di un ragazzo asperger e docente ebolitana, questo tema diventa una priorità assoluta per il nostro programma elettorale nella sezione politiche sociali e disabilità.
    E’ necessario progettare interventi finalizzati a promuovere l’informazione e l’orientamento delle famiglie, oltre degli operatori, con la diffusione delle conoscenze e delle esperienze sulla tematica dell’autismo, con azioni concrete, quali:
    • Garantire i diritti all’autonomia, alla cura e all’inclusione sociale attraverso laboratori educativi specialistici e servizi dedicati.
    • Supporto alla famiglia ( Parent Training) e ai fratelli “Sibiling”
    • Assistenza educativa domiciliare
    • Percorsi di Formazione per operatori
    • Sensibilizzazione territoriale
    • Formazione ed inserimento lavorativo
    • Sportello di sostegno alle famiglie

Bio

BioDamiano CardielloSindaco di Eboli

Classe '85, ebolitano e libero professionista. Giovane certo, ma anche determinato, pragmatico e soprattutto coerente.



Ultimi tweet

Non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini. Abbiamo solo bisogno di più gente onesta.

— Benedetto Croce

è il momento di #arianuova